Eva Toschi – Per la mia strada

Eva Toschi – Per la mia strada

Una ragazza si laurea in giurisprudenza. Ma il suo futuro le appare una nebbia, il presente bloccato. Trova il coraggio di partire e rinascere, tra le montagne.
Una storia vera.
E’ la storia di Eva Toschi, che entra nella nostra famiglia parcheggiando il camper e scaricando una vecchia bicicletta verde: ‘Potete tenerla qualche giorno?’ Ci è rimasta qualche anno …
Eva, scrittrice e giornalista, che racconta Delta Minox, la salita in solitaria che Matteo ha compiuto in Val Masino. Eva che ricorda Matteo su un prato del Rifugio Crosta in Ossola, alternando le parole al clarinetto di Giona.

Eva, che dedica il suo primo libro, “Per la mia strada” a Matteo.

Trama: ha venticinque anni, si è da poco laureata in Giurisprudenza, ma la legge non è la sua passione. Vive a Roma, con la madre e la nonna, malata di Alzheimer. Le giornate sono confuse, offuscate, il futuro è avvolto da una nebbia e il presente pesa. Si è però, di recente, innamorata. Ma non di una persona fatta di carne e di ossa. Ha scoperto l’arrampicata e ha ¬ finalmente capito cosa vuol dire vivere per qualcosa, bruciare per qualcosa. Così, quando la nonna muore improvvisamente, prende la decisione che segnerà la sua vita. Parte, lascia Roma, acquista un vecchio furgone usato – a cui lei dà il nome “Maurone” – e comincia a girovagare per le Alpi, prima da sola e poi accompagnata da Ombra, un cucciolo di cane che l’ha scelta. La montagna ormai è la sua vita.

Eva Toschi racconta la sua storia, mette a nudo la sua anima, e parla di solitudine, di paura, di coraggio, di amore. Un libro appassionante e coinvolgente, che racconta quello per cui vale davvero la pena di rischiare. Quello per cui vale la pena di vivere.