Invito a: Merend-Dis

Invito a: Merend-Dis

E alla fine l’incontro è avvenuto, oggi 29 ottobre 2021.

Gli ospiti della Casa di Marina di Cardano al Campo sono venuti a vedere gli spazi di Happiness e ad incontrare i ragazzi che lo frequentano.

Non abbiamo foto, per rispettare la privacy dei nostri graditissimi ospiti di oggi.

Ma abbiamo negli occhi Laura (tutti i nomi sono di fantasia) studentessa di Liceo che gioca pazientemente a tiri a canestro con Luca e Giacomo e a calcio con Stefania e Daniela, lei che non è proprio un’atleta.

Abbiamo negli occhi un nugolo di ragazzotti che giocano a calcio presi come se fosse la finale di coppa del mondo che, magicamente, come entrano in campo i nostri ospiti, alleggeriscono il gioco, si lasciano fare goal, fare tunnel e portare via palla come se vedessero un campo da calcio per la prima volta.

Abbiamo negli occhi Nicolò che, mentre il nostro Antonio suona la chitarra e Giovanni canta, mima il gesto del perfetto chitarrista, con un sorriso compiaciuto stampato sul volto.

Abbiamo negli occhi il nostro Amin che di solito riempie il locale con risate e scherzi di parole e di frasi che oggi è tranquillo, gioca con gli ospiti, osserva con attenzione quello che succede.

Abbiamo negli occhi Carolina che si accorge che ‘qualcuno’ ha rubato la baghette ed il barattolo della nutella e corre a comprarla dal panettiere all’angolo perché ‘che merenda è senza pane e nutella?’

Abbiamo negli occhi Giulia che prepara pane e nutella con uno di noi e predispone i vassoi con gusto e precisione mentre i suoi amici, come li chiama lei, sono seduti al tavolo pazientemente ad aspettare la merenda.

E’ un momento semplice, di condivisione di spazi, di momenti, di cibo; non è stato preparato, pianificato, progettato, verificato e valutato: è stato semplicemente desiderato e vissuto, assaporato fino in fondo.

Mentre usciamo da Happiness arrivano due messaggi WhatsApp:

uno di Alberto (qui il nome non è di fantasia!) che ringrazia noi quando dovrebbe essere esattamente il contrario; l’altro di Luca Moroni, Guida Alpina, che mi gira un messaggio di un amico di Matteo che gli ha scritto, riferendosi ad una salita sul Rosa di quest’estate:
‘… ti avevo un centinaio di metri davanti a me, tu con i tuoi clienti; ti vedevo mega entusiasta ad indicare loro l’alba e le bellezze. Con quella carica mi hai ricordato Pisquits (cioè Matteo Pasquetto, ennesimo soprannome … ) l’ho proprio visto vivere quel mattino. Continua a dare ai clienti quella carica’.
Ecco, anche Casa Matteo, nel suo piccolo vuole portare un po’ di quella straordinaria carica di entusiasmo che Matteo sapeva regalare.

E riceverla! Come è stato oggi ad Happiness.

 

Venerdì 29 ottobre 2021 ad Happiness avverrà un incontro.
Che nasce da lontano.
Alberto, operatore di Casa di Marina di Cardano al Campo che si occupa di disabilità, è anche appassionato di montagna. Segue Matteo Pasquetto sui social e, sebbene non lo abbia mai conosciuto direttamente, è rimasto molto colpito dalla sua morte e ha continuato a seguirne le tracce fino a che è incappato nel sito www.casamatteovarese.it. Ne legge la mission, la condivide, legge dell’esperienza di Happiness e ci scrive: ‘Possiamo conoscerci e vedere se si può fare qualche cosa insieme?’
Prendiamo la macchina e così Casa Matteo conosce la Casa di Marina, una bella struttura visibile anche dalla superstrada che va verso Malpensa e che ospita persone disabili sia in un centro diurno che in un residenziale.
Ne nasce una prima proposta: una merenda insieme, per dare occasione alle persone di Casa Marina di uscire dalla struttura, incontrare persone nuove, andare in città! E per dare occasione ai nostri ragazzi, quelli che ci saranno, quelli che si incuriosiranno, quelli che ci staranno, di incontrare persone speciali.
Se siete in giro, buttate dentro il naso verso le 16.00 …